Utilities



Certificazione anche per gli affitti? Facciamo chiarezza!

La notizia non è recente ma in realtà spesso sconosciuta anche ad addetti ai lavori.

Dal primo gennaio 2012 infatti è diventato obbligatorio indicare anche negli annunci di locazioni di immobili, la classe energetica (ossia l’indice di prestazione energetica, Ipe).

L’ace va quindi redatto anche per i contratti d’affitto qualora rispondano a questi criteri:
-viene stipulato un nuovo contratto di affitto o si rinnova un contratto esistente per immobili ad uso abitativo
-viene stipulato un nuovo contratto di affitto o si rinnova un contratto esistente per immobili ad uso non abitativo
-viene stipulato un contratto di affitto per un immobile ad uso vacanza per una durata superiore di 30 giorni complessivi nell’anno
-viene stipulato un contratto di affitto di azienda comprensivo di immobili
-viene stipulato un contratto di locazione finanziaria (leasing) per un immobile.

Restano invece senza obbligo di certificazione energetica i contratti d’affitto quando:
-viene stipulato un contratto di affitto per un immobile ad uso vacanza per un periodo inferiore a 30 giorni all’anno
-viene stipulato un contratto di affitto ad uso abitativo per immobili di proprietà pubblica (esempio ALER)
-viene concesso un edificio in comodato d’uso gratuito e/o usufrutto.